martedì 26 luglio 2016

TRADUTTORI: CECILIA METTA

Abbiamo il piacere di condividere con Voi, l'intervista che la traduttrice Cecilia Metta  ha rilasciato alla nostra Shanmei.

Benvenuta Cecilia, parlaci di te, raccontaci il tuo percorso di studi.

Grazie a voi per avermi dato l’opportunità di rilasciare questa intervista. Ho frequentato il liceo scientifico a Roma e, in quegli anni, grazie alla mia professoressa di francese è nata la mia passione per la traduzione e per le lingue.

Come è nato il tuo amore per la traduzione?

Imparare le lingue è stato sempre il mio sogno. Da piccola uscivo sempre con una signora tedesca che abita sotto casa mia, e lei mi parlava in tedesco. Poi sono stata due anni, durante i mesi estivi, al centro internazionale di danza a Cannes e qui ho iniziato a parlare in francese e in inglese con le altre ragazze del centro.

Come è iniziato il tuo lavoro di traduttrice? Quale è stato il primo testo che hai tradotto?

Sono diventata traduttrice diciamo per caso. Nel 2007 ho avuto la polmonite e stavo a casa, da tempo ero traduttrice volontaria per alcune associazioni di volontariato, così ho pensato fra me, “Proviamo a mandare il curriculum a qualche agenzia” e così mi ha risposto la prima agenzia di traduzione che si trova in India e con la quale collaboro ancora oggi. Il primo testo che ho tradotto è stato un sito web, avevo paura che non andasse bene, ho ricontrollato quel file tantissime volte perché volevo che fosse perfetto. La perfezione poi è una qualità che mi ha accompagnato in questi anni.

Hai fatto traduzioni per Case Editrici, Agenzie di marketing o pubblicità?

Sì, effettuo traduzioni per Babelcube, una casa editrice online che attraverso la sua piattaforma mette in contatto i traduttori con gli autori.

Sappiamo che traduci autori stranieri che poi si auto-pubblicano in italiano. Come è nata questa idea? Quali opere hai tradotto fino ad oggi? E perché le hai scelte?

L’idea di tradurre autori stranieri è nata dalla mia passione per la letteratura. La mia biblioteca personale conta oltre 2000 libri, molti dei quali in lingua originale. Inizialmente ho tradotto un libro breve, più che altro volevo vedere come funzionava questa piattaforma, poi ho contattato altri autori. Finora ho tradotto dodici libri: Le sei facce di un dado di Juan Sepulveda Sanchis, L’acchiappabambini di Conrad Jones dall’inglese in italiano, I Nove Angeli di Conrad Jones dall’inglese in italiano, Degenerazione di David Pardo dallo spagnolo in italiano, Il diario di Julia Jones 1 di Katrina Kahler dall’inglese all’italiano, Il diario di Julia Jones 2 di Katrina Kahler dall’inglese all’italiano, Il diario di Julia Jones 3 di Katrina Kahler dall’inglese all’italiano, Il diario di Julia Jones 4 di Katrina Kahler dall’inglese all’italiano, INFECTUM I di David Pardo dallo spagnolo in italiano, INFECTUM II di David Pardo dallo spagnolo in italiano, INFECTUM III di David Pardo dallo spagnolo in italiano.

Hai riscontrato difficoltà nel far accettare agli autori questo nuovo modo di pubblicarsi in paesi stranieri o ne avevano già sentito parlare?

Questi autori non hanno avuto difficoltà ad accettare questo metodo di pubblicazione anzi sono stati entusiasti.

Se questo tipo di pubblicazione diventasse sempre più diffuso, pensi che gli Editori non avrebbero più ragione di esistere o rimarrebbe solo una pubblicazione alternativa?

Molti autori indipendenti incontrano difficoltà nel far pubblicare le proprie opere e questa mi sembra una buona soluzione. Certo io preferisco avere tra le mani la versione cartacea di un libro, perché amo sfogliare le pagine e sentire l’odore della carta.

Quanto tempo serve per portare a termine la traduzione di un romanzo?

Non c’è un tempo stabilito per portare a termine la traduzione di un romanzo. C’è da tener conto che quando si traduce un romanzo è necessario cercare di rendere tutte le sfumature della lingua originale nella lingua di arrivo. È proprio per questo motivo che sono continuamente in contatto con gli autori per poter discutere su come rendere un’espressione particolare in italiano.

Tradurre è il tuo lavoro principale, o fai altre attività?

Tradurre è il mio lavoro principale.

Preferisci una traduzione più letterale o creativa? O un mix delle due a seconda dei casi?

Non amo le traduzioni letterali, anche perché secondo me un romanzo tradotto letteralmente non avrebbe un’anima, cerco di dare “vita” al significato più profondo delle parole.

Esistono penali in caso di mancata consegna del lavoro nei tempi stabiliti? Ti è mai successo di incorrervi?

Più che penali vere e proprie, se non si consegnano le traduzioni nei tempi prestabiliti (ma in questo caso parlo delle agenzie) si perde il lavoro con l’agenzia e si vieni valutati con un punteggio basso su alcune piattaforme per traduttori. Fortunatamente finora non mi è mai capitato.

E veniamo al tasto più dolente, i pagamenti. Come ti tuteli dai committenti morosi?

Questo è un tasto dolente. Devo dire che non ho mai avuto grandi ritardi nei pagamenti, alcune agenzie si scusano per il ritardo, se proprio non pagano o non rispondono alle email, avviso che contatterò un legale.

Hai mai vinto premi dedicati ai traduttori?

Purtroppo finora non ho mai vinto nessun premio.

Quale è l’ultimo libro che hai tradotto? Che difficoltà hai riscontrato?

L’ultimo libro che ho tradotto è stato INFECTUM III di David Pardo. Un libro in cui è presente un mix di fantascienza e horror, non ho incontrato grandi difficoltà anche perché l’autore è sempre stato disponibile a chiarire eventuali miei dubbi.

Quale è il momento più bello per un traduttore?

Il momento più bello per un traduttore è vedere ripagati tutti i tuoi sforzi e sacrifici (a volte si pensa che lavorando a casa i traduttori siano una sorta di privilegiati) come per esempio vedere il proprio nome sulla copertina di un libro che si è tradotto.

Raccontaci un aneddoto, bizzarro, incredibile legato al tuo lavoro?

Per quanto riguarda le traduzioni di siti web è normale che capiti di tradurre di tutto, da siti web di incontri per adulti a quelli di gadget assurdi. Invece per i libri è capitato un episodio curioso. Stavo iniziando la traduzione dei Nove Angeli di Conrad Jones. Ho l’abitudine di leggere prima tutto il libro e poi di iniziare a tradurlo. La storia trattata è quella di una setta che dà la caccia allo stesso Conrad, le descrizioni e i riferimenti (con tanto di siti su cui trarre eventuali notizie) erano così reali che ho mandato un messaggio a Conrad Jones chiedendogli se avesse realmente vissuto tutto ciò.

Quale consiglio daresti a una persona che vorrebbe intraprendere il lavoro di traduttore?

I miei consigli a chi vuole intraprendere questa strada è di avere tanta umiltà (perché in questo lavoro non si finisce mai di imparare), di continuare ad aggiornarsi.

Quali sono i tuoi progetti futuri?

Per adesso devo finire la traduzione di altri 7 libri, poi si vedrà.

Julia attende l'evento più eccitante dell'anno. Ma quando inizia il conto alla rovescia, il suo mondo si popola di nuove amicizie e sorprese, soprattutto quando una ragazza molto carina arriva inaspettatamente nella sua classe e diventano grandi amiche. lnoltre, il ragazzo più carino della scuola entra a far parte improvvisamente del loro gruppo e Julia attende l'evento speciale che tutti stanno preparando.
Ma, all'improvviso, gli eventi che si sviluppano non sono proprio come Julia se li aspettava. C'è un bullo in mezzo a loro che sta cercando di renderla oggetto del suo bullismo?
Che cosa c'è in serbo per Julia e come si concluderà il giorno peggiore della sua vita?

Amerete il primo libro della serie di Julia Jones. La narrazione è veloce e ricca di suspence e catturerà la vostra attenzione dall'inizio alla fine.

Un libro fantastico per ragazze di età compresa tra i 9 e i 12 anni.


Chi decide durante la nostra vita quale strada percorrere per andare a lavoro o a un appuntamento? Noi o il destino? Questa è la sensazione che trasmette questo libro, come il caso può cambiare una situazione apparentemente normale e farla diventare pericolosa o strana, o ambedue le cose contemporaneamente. In “Le sei facce di un dado” sfileranno, tra le storie, delle misteriose equazioni matematiche che possono trasformare la realtà che ci circonda, pellicole cinematografiche che sembrano prendere vita o escursioni in montagna durante le quali la tranquillità sarà la sola invitata che non si presenterà. Però, su tutti questi racconti aleggia una domanda: chi sta lanciando il dado che determinerà il futuro dei protagonisti di queste storie?

“Le sei facce di un dado” è formato da sei storie di intrighi. Ognuna di esse è diversa dalle altre, ha uno stile e un tema propri. Nonostante questo, tutte sono collegate da un filo conduttore: il destino dei personaggi è assoggettato al caso.


Un romanzo basato sul rapimento di bambini, che è stato seguito da milioni di genitori sui notiziari. I gemelli di 5 anni sono stati rapiti da una tenda a Lake District e inizia così la caccia a un pericoloso pedofilo.  Le indagini della polizia partono dal presupposto che il 60% dei bambini rapiti è ucciso entro la prima ora. La prima ora è chiamata "The golden hour" e, più è lungo il tempo che passa, minori sono le possibilità di ritrovarli sani e salvi.

  






 
Un grande libro che affascina, cattura e scuote allo stesso tempo.

Quando a uno scrittore è chiesto di aiutare la polizia durante le indagini su un duplice omicidio identificando dei simboli occulti, che sono stati incisi sulle vittime, l'uomo sprofonda in un incubo ed è costretto a fuggire. Braccato dalla legge e da una setta potente, deve rimanere un passo avanti per poter sopravvivere.








Dalla sua casa, in un piccolo paese della regione di Valencia, un padre di famiglia vede in televisione gli strani eventi che stanno accadendo per le strade di Madrid durante una manifestazione: i partecipanti alla manifestazione sono impazziti e si scontrano tra di loro con estrema violenza. Da quel momento la sua vita cambierà completamente.DEGENERAZIONE è un storia di sopravvivenza dopo un'apocalisse zombie che non vi lascerà indifferenti. Un'ora e mezza di lettura vertiginosa, di azioni incalzanti e senza sosta. Un racconto carico di sentimenti, di contraddizioni, capace di stravolgere il vostro cuore fino a spremerlo. Potrete giungere fino alla fine?






Julia è una ragazza normale di 12 anni che ama danzare e stare con i suoi amici a scuola... fino all'arrivo di Sara Hamilton quando tutto sembra cambiare.
Prima di allora non ha mai avuto a che fare con ragazze meschine e bulli e, certamente, qualcuno che prova a umiliarla e a tarparle le ali. Julia sente che non può chiedere aiuto a nessuno e che deve affronatre Sara da sola.
La domanda è: sarà in grado di contrastare Sara? O Sara prenderà il comando sul suo mondo?
Questo libro descrive una situazione della vita reale piena di suspense che mostra come comportarsi con i bulli e rialzarsi. È un libro meraviglioso per le ragazze! Sarete sicuri di trovare un libro molto eccitante e stimolante.







Julia è afflitta dal dubbio. Riuscirà a essere abbastanza fortunata da avere tutte le splendide cose che i suoi amici sembrano ottenere così facilmente? Tra cui la possibilità di uscire con il ragazzo più carino della sua classe a cui non riesce a smettere di pensare? 
Tutto sembra andare per il verso sbagliato ... fino a quando non trova un libro molto speciale che l'aiuta a credere che, dopo tutto, il suo sogno segreto può diventare realtà. 
Questa storia ha una trama eccitante che vi catturerà dal primo capitolo e vi chiederete cosa accadrà in seguito.
Quale è il sogno segreto di Julia? E si realizzerà? 







Questo libro continua le avventure di Julia Jones ed è carico di suspense, eccitazione e amicizie molto speciali. C'è anche un'amicizia in particolare che Julia sogna. Tuttavia, non tutto va secondo i piani, soprattutto quando Sara decide di prendere il controllo ancora una volta. 

Quali nuove avventure attendono Julia e come riuscirà a gestire tutti i problemi inaspettati che si presenteranno? Riuscirà mai ad avere l'amicizia speciale che ha sempre desiderato ed esaudirà i suoi sogni e i suoi obiettivi?

Il diario di Julia Jones, il mio primo fidanzato, è una storia ispiratrice e ricca di suspense che piacerà a tutte le ragazze.




Anno 2020. La civiltà si consuma.
Roger Mears è un giovane dell'alta società di Capital City che vede stroncata la sua carriera sportiva a seguito di un incidente. Qualche anno dopo e tormentato dagli incubi che lo perseguitano ogni notte, Roger sopravvive trasformato in un tossicodipendente che si nasconde nei sobborghi della città.  Dopo un'overdose di eroina per la quale è sul punto di morire, Roger si affida alle cure di un medico famoso che gli assicura di poter sradicare le sue dipendenze attraverso un trattamento costoso e innovativo. Da quel momento inizierà un viaggio terrificante in cui le sue paure prenderanno vita e durante il quale affronterà faccia a faccia i suoi demoni.
INFECTUM è un viaggio intenso attraverso la follia. Un incubo crudele e spietato in cui l'autore di DEGENERAZIONE ci spinge a cadere preda dell'orrore che si presenta sotto forma di incubi opprimenti e creature assetate di sangue e di morte. Sarete in grado di vincere la paura e di fuggire dalla Prigione?

















1 commento: